a

La Casa dello Yoga è un’Associazione Culturale creata per promuovere lo yoga in tutti i suoi aspetti, dalla filosofia alla pratica.

+39 329 6916 180

Via Antonio Cesari, 17 - 00152 Roma (RM)

Lun - Ven 9.00 - 21.00 | Sabato 9.00 - 13.00

La Casa dello Yoga Roma > Notizie  > Che cos’è il Qi?
d

Che cos’è il Qi?

Il “Qi” può essere paragonato al “Prana” o “Energia vitale” e rappresenta, per esempio, l’energia di cui abbiamo bisogno per muoverci, per mantenere le nostre funzioni vitali o per difenderci dagli influssi esterni che derivano dall’ambiente in cui viviamo. Nello Yin Yoga si parla continuamente di Qi poiché esiste una connessione diretta con la teoria dei meridiani basata sul flusso del Qi nel nostro corpo.

Non è possibile dimostrare l’esistenza del QI poiché è invisibile, tuttavia esso è presente in tutti gli esseri viventi, negli alimenti che mangiamo, nell’aria che respiriamo, nel nostro corpo. Senza Qi non ci sarebbe alcuna forma di vita. In un corpo morto non scorre più alcun Qi.

Il Qi che scorre nel corpo umano proviene da diverse fonti. Da un lato i bambini lo ricevono ancor prima di nascere dai propri genitori: il loro Qi si congiunge e viene trasmesso al feto nel grembo materno. Dall’altro, il nostro organismo ricava il Qi da quello che mangiamo: quanto più freschi e nutrienti  sono gli alimenti che consumiamo, tanta più energia riusciremo a ottenerne. Inoltre, anche l’aria che respiriamo è portatrice di Qi; anche in questo caso, quanto più è pulita questa aria e quanto più è profonda la nostra respirazione, tanta più energia potremo ricavarne. Anche nel sonno produciamo Qi, pertanto un sonno ristoratore è fondamentale per la rigenerazione del corpo.


Nello Yin Yoga si parla continuamente di QI poiché esiste una connessione diretta con la teoria dei meridiani basata sul flusso del Qi nel nostro corpo.

l Qi si rigenera grazie a un’adeguata attività fisica, alla meditazione e al relax. In questo senso, lo Yin Yoga può essere un ottimo strumento: quando si assumono le varie posizioni descritte, per un certo periodo di tempo il Qi non riesce a circolare liberamente e si accumula nel tessuto connettivo, ma via via che il nostro corpo prende confidenza con queste posizioni  il flusso inizierà ad essere sempre più abbondante, rafforzato anche dagli accumuli formatisi in precedenza. Questa sensazione può essere distinta chiaramente con un po’ di esercizio.

Da “YIN YOGA” di Stefanie Arend – 2017 ed. Il punto d’incontro

× Come possiamo aiutarti?